Senza categoria

Colombia Esilio e Memoria

Nodo Italia, Centro Eielson, Ass. Migras, Ass. Vie Nuove e Centro Studi America Latina
invitano

Giovedì 17 Novembre 2022 ore 21:00

Circolo ARCI Vie Nuove

COLOMBIA, ESILIO E MEMORIA

interventi di   Marco Benacci   e   Gloria Mendiola,

proiezione del Documentario: Para volverte a ver,

testimonianze di   Fernando Cárdenas   e   Mario Espitia

Parole del Dott. Rafael Orozco, Console Generale della Colombia a Roma

in occasione del “Estallido cultural”

Viale Giannotti 13, Firenze – Firenze tel. 055 683388

Sarà in mostra l’opera pittorica di Fernando Cárdenas.

Eielson e l’antico Perù

Jorge Eduardo Eielson e l’antico Perù

Mostra 8 novembre – 2 dicembre 2022

Biblioteca Umanistica dell’Università di Firenze

Inaugurazione 8 novembre ore 17.00

Saluto della Direttrice della Biblioteca D.ssa Laura Vannucci

Presentazione della mostra Mario Vargas Llosa

Percorso guidato attraverso le teche con libri, oggetti e tessuti preincaici e opere di Eielson

A cura di Antonella Ciabatti e Martha Canfield

Segue Aperitivo offerto dal Centro Studi Jorge Eielson

E’ gradita la prenotazione a info@centroeielson.com

Il nodo verticale

​27 ottobre 2022 ore 18.00

Es Baluard Museu d’Art Contemporani de Palma

Espacio A
Inaugurazione della mostra

Jorge Eduardo Eielson
Il nodo verticale

28 ottobre 2022 – 2 aprile 2023

Orario:
da martedì a sabato, dalle10.00 alle 20.00
Domenica, dalle 10.00 alle 15.00
La biglietteria chiuderà 30 minuti prima dell’ora di chiusura
Plaça Porta Santa Catalina, 10 07012 Palma
T. (+34) 971 908 200
museu@esbaluard.org

La mostra Il nodo verticale, dedicata all’artista Jorge Eduardo Eielson (Lima, 1924 – Milano,
Italia, 2006), offre l’opportunità di esaminare la sua produzione artistica dalla fine degli anni
Cinquanta fino alle ultime opere. Eielson è uno degli artisti visivi e poeti più radicali, nel senso
pieno del termine, e uno dei più poliedrici, con modi diversi di interrogare il mondo in cui viviamo
attraverso una sintesi di elementi grafici e riferimenti culturali.
Questo progetto espositivo retrospettivo, il primo del genere in Europa, esplora il rapporto
dell’artista con la letteratura, in particolare con la poesia, e con le arti plastiche. Un dialogo proficuo
in cui convergono le riflessioni dell’artista sul linguaggio. Un linguaggio inteso come struttura in cui
il simbolo indica, allo stesso modo, un inizio e una fine, un linguaggio che risponde a codici grafici
e visivi che fanno appello alla ragione e all’intuizione.
Meglio conosciuto in America Latina per la sua attività di poeta, appartenente alla cosiddetta
“Generazione degli anni ’50” – accanto a rinomati esponenti della letteratura peruviana come la
poetessa Blanca Varela, o gli scrittori Javier Sologuren, Sebastián Salazar Bondy o Julio Ramón
Ribeyro – Jorge Eduardo Eielson ha sviluppato, a partire dal suo autoesilio europeo, un corpus di
opere complesso e mutevole, in cui ha avviato un dialogo senza precedenti con aspetti della cultura
precolombiana peruviana, con il quipus andino come elemento chiave. I quipus erano sistemi di
corde annodate utilizzati, per oltre mille anni, per registrare informazioni contabili e/o narrative
nelle Ande. Questa forma di scrittura senza parole o carta combinava l’esperienza tattile e visiva per
codificare e decodificare i significati.
Le sue prime opere plastiche si basano su una riflessione sul paesaggio, inteso come interfaccia
in cui aprire fessure per comprendere forme di pensiero. Gradualmente, compie un lavoro di
semplificazione e sintesi in cui il quipu acquisisce una presenza autonoma in dialogo con il colore.
Il nodo è stato utilizzato come formula di rappresentazione universale e le complessità che
caratterizzano la società nel suo complesso sono ricadute su di loro come metafora.
Avvicinandosi agli anni Settanta, la sua ricerca lo porta a riflettere sullo spazio e su come certi
elementi possano abitarlo attraverso una serie di tensioni che puntano a un fuori campo.
Durante tutta la sua carriera, vissuta prevalentemente in Italia, ha mantenuto un dialogo tra la
cultura precolombiana e la mitologia mediterranea. Attraverso questo legame tra le due culture,
l’artista cerca il luogo universale che accomuna tutti gli esseri umani, e indica l’astrale o lo spaziale
come luoghi in cui l’essere, non solo umano, deve comprendere e conoscere.
Il suo lavoro plastico è stato rapidamente riconosciuto negli anni Settanta, quando ha partecipato
alla Documenta V curata da Harald Szeemann, considerata una delle più importanti del XX secolo,
alla Biennale di Venezia del 1972 e persino alle Olimpiadi di Monaco (annullate a causa dell’attacco
terroristico).

Blanca Varela

NJINGA MBANDE e CENTRO STUDI JORGE EIELSON


Presentano


giovedì 13 ottobre 2022 ore 17.30


Biblioteca delle Oblate


Sala Sibilla Aleramo

Poesia riunita 1949 – 2000

di Blanca Varela

Edizioni Centro Eielson
Intervengono

 Matias Mesquita    Njinga Mbande APS
Antonella Ciabatti    curatrice
Martha Canfield     Centro Studi Jorge Eielson

La partecipazione è gratuita ed è consigliata la prenotazione online tramite la scansione del qrcode sulla locandina oppure contattando la biblioteca al numero 055 2616512 o all’indirizzo bibliotecadelleoblate@comune.fi.it

Biblioteca delle Oblate via dell’Oriuolo, 24 – 50122 Firenze

Dove comincia il verso per dirti ti amo

Dove comincia il verso per dirti ti amo

Poesie erotiche ispanoamericane

Viale Poggi (sotto Piazzale Michelangelo), Firenze

L’evento, organizzato dal Centro Eielson, l’Ass. Angolana Njinga Mbande e la Galleria Chiasso Perduto, vuole omaggiare il canto dell’erotismo da sempre presente nella poesia femminile ispanoamericana, percorrendo versi che vanno dall’Argentina al Messico, e che abbracciando epoche e stili diversi, ci riconducono all’emozione dell’amore più forte.

Mitad ceniza mitad latido

Primavera 2022

Nani Cárdenas + Elisenda Estrems

Mitad ceniza mitad latido

Un dialogo plástico attorno alla poetica di Jorge Eielson

Milano:

7 Aprile 2022, ore 18:00

Consolato Generale del Perù, Via F. Filzi 23

Inaugurazione della mostra, che sarà visibile fino al 22 Aprile

Firenze:

14 Maggio 2022, ore 17:00

Galleria Chiasso Perduto, Via de’ Coverelli 4

Inaugurazione della mostra, che sarà visibile fino al 25 Maggio

18 Maggio 2022, ore 18:30

Corridoio Fiorentino, Via Ricasoli 21

Inaugurazione della mostra, che sarà visibile fino al 31 Maggio

24 Maggio 2022, ore 18:00

Galleria Chiasso Perduto, Via de’ Coverelli 4

Finissage con letture di poesie di Jorge Eielson

Roma:

7 Giugno 2022, ore 18:00

Sala 1, Piazza di Porta San Giovanni10

Inaugurazione della mostra, che sarà visibile fino al 27 Giugno

25 Giugno 2022, ore 18:00

Sala 1, Piazza di Porta San Giovanni 10

Finissage della mostra con performance ideata da Jorge Eielson e interpretata da Martha Canfield

Bestie fuori

Venerdì 25 Marzo 2022, ore 17:30

BiblioteCanova Isolotto

presentazione del libro

Bestie fuori

di Fabián Martínez Siccardi

(Ed. Le Lettere, 2021)

Via Chiusi 4/3a, Firenze

Firmamento/Azul

21 Settembre 2021, ore 18:00

Corridoio Brunelleschi e Chiostro di Levante

a margine del X Congreso de Peruvianistas

Inaugurazione della mostra

FIRMAMENTO / AZUL

di Carlos Runcie Tanaka

Visibile fino al 21 Ottobre 2021

Biblioteca Umanistica dell’Università degli Studi di Firenze, Piazza Brunelleschi 4