Senza categoria

1924 : 2024 Centenario Eielson – Press note

Care amiche e amici,

Siete invitati a prendere visione del presente comunicato stampa sulle attività del 2024, anno in cui si celebrano i 100 anni dalla nascita di Jorge Eduardo Eielson.

Centro Studi Jorge Eielson

Privacy

Privacy Policy

Mostre

Le Personali di Jorge Eielson

  • 1948 – Lima, Galleria de Lima, mostra personale-disegni, pitture, oggetti
  • 1949 – Parigi, Galleria Colette Allendy, mostra personale-movils
  • 1953 – Roma, Galleria L’Obelisco, mostra personale
  • 1963 – Milano, Galleria Lorenzelli, mostra personale
  • 1966 – Milano, Galleria Rizzato-Whitworth, mostra personale
  • 1967 – Lima, Galleria Moncloa, mostra personale
  • 1972 – Parigi, Galleria Arditti, mostra personale
    1972 – Venezia, XXXVI Biennale Internazionale d’arte, sala personale, installazione e performance
    1972 – Bergamo, Galleria Lorenzelli, mostra personale
    1972 – Milano, Studio Maddalena Carioni, mostra personale
  • 1973 – Milano, Galleria Lorenzelli, mostra personale
  • 1974 – Bologna, Galleria Pellegrino, mostra personale
  • 1976 – Milano, Galleria Vismara, mostra personale
  • 1977 – Caracas, Museo de Arte Contemporaneo, mostra e performance
    1977
    – Caracas, Galleria Adler – Castillo, mostra personale
    1977
    – Lima, Galleria Enrique Camino Brent, mostra personale
  • 1978 – Lima, Galeria 9, mostra personale
  • 1979 – Città del Messico, Museo de Arte Moderno, mostra personale
  • 1986 – Caracas, Museo de Bellas Artes, mostra personale
  • 1990 – Roma, Istituto Italo – Latinoamericano, E.U.R., mostra personale
  • 1991 – Milano, Fiera Internazionale d’arte contemporanea, stand Galleria Il Chiostro, mostra personale
  • 1991 – Saronno, Il Chiostro arte contemporanea, Eielson
  • 1992 – Bergamo, Galleria Fumagalli, Eielson – Nodi, corde, tensioni
    1992
    – Lecco, Galleria Melesi, J. Eielson – Nodi
    1992
    – Como, Lurate Caccivio, Galleria Nuovo Spazio, I nodi di Eielson
    1992 – Palazzolo S/O, Studio F22 Modern Art Gallery, mostra personale
  • 1993 – Milano, Galleria Credito Valtellinese, Eielson. Il linguaggio magico dei nodi
    1993 – Saronno, Il Chiostro arte contemporanea, Nodi come stelle – stelle come nodi
  • 1994 – Helsinki, Taideteolisuusmuseo, Finnish Museum of Art and Design, Jorge Eielson – Quipus
  • 1995 – Bergamo, Galleria Elleni, Eielson
    1995 – Palazzolo S/O, Studio F22 Modern Art Gallery, mostra personale
  • 1996 – Milano, Miart – Fiera Internazionale Arte moderna e contemporanea, mostra personale
  • 1997 – Carmagnola, Palazzo Lomellini, Jorge Eielson
  • 1998 – Milano, Galleria Lorenzelli Arte, La scala infinita, mostra e installazione
    1998 – Milano, Galleria Silvano Lodi Jr., Jorge Eielson – La poetica della materia
    1998 – Finale Ligure, Valente Arte Contemporanea, mostra personale
    1998 – Palazzolo S/O, Studio F22 Modern Art Gallery, mostra personale
  • 2000 – Torino, Galleria Biasutti&Biasutti, mostra personale
    2000 – Milano – Miart – Fiera Internazionale Arte moderna e contemporanea, Eielson, mostra personale
  • 2002 – Sondrio, Palazzo Pretorio, Dall’analisi iconica allo spazio totale
  • 2003 – Parma, Galleria d’Arte Niccoli, mostra personale e installazione
  • 2004 – Bologna, Artefiera 2004, Galleria d’Arte Niccoli, mostra personale

Le Collettive di Jorge Eielson

  • 1949 – Parigi, Salon des Réalités Nouvelles
  • 1950 – Parigi, Galleria Colette Allendy, Formes – MADI (Arden Quin, Bresciani, Desserprit, Eielson)
  • 1960 – Bergamo, Galleria Lorenzelli, Giovani pittori contemporanei
  • 1961 – Parigi, Musée d’Art Moderne de la Ville de Paris, Art Latino – american,
    1961 – Premio Carnegie, Pittsburgh
  • 1963 – Spoleto, Festival dei Due Mondi, Art Latino – american
    1963 – Lissone, XIII Premio Lissone
  • 1964 – Venezia, XXXII Biennale Internazionale d’arte, gruppo di opere
  • 1965 – Roma, Palazzo delle Esposizioni, Roma e Lazio
    1965
    – Parigi, Salon des Comparaisons
    1965
    – Roma, Galleria La Salita, mostra collettiva Tippet, Santoro, Remotti, Eielson
    1965 – New York, MoMA, Museum of Modern Art, New Acquisitions
    1965 – Nizza, Festival des Arts Plastiques de la Cote d’Azur
  • 1966 – Venezia, XXXIII Biennale Internazionale d’arte, gruppo di opere
  • 1967 – Parigi, Salon des Comparaisons
    1967 – New York, MoMA, Museum of Modern Art, Modern Painting in Latin America
  • 1969 – Parigi, Salon des Comparaisons
    1969 – Parigi, Salon de Mai
    1969 – New York, MoMA, Museum of Modern Art, Arte del XX Secolo nella Collezione Nelson Rockefeller
    1969 – Parigi, Roma, New York, Eningen e Tokyo: Inaugurazione di 5 sculture sotterranee (con la collaborazione della Galleria Ileana Sonnabend, Parigi)
    1969 – Berna, Kunsthalle, Plans and Project as Art
  • 1970 – Monaco di Baviera, Aktionraum
    1970 – Amburgo, Kunsthaus
  • 1971 – Parigi, Biennale d’arte
  • 1972 – Parigi, Salon de Mai
    1972 – Parigi, Salon des Comparaisons
  • 1975 – Firenze, Palazzo Strozzi, Biennale di Arti Grafiche
  • 1976 – Milano, Galleria Il Milione, mostra collettiva
    1976 – Maçon, Galerie des Ursulines, mostra collettiva
  • 1987 – Lima, III Bienal de Trujillo
  • 1988 – Lima, Centro Cultural de la Municipalidad de Miraflores, mostra, installazione e performance
    1988 – Venezia, XLIII Biennale Internazionale d’arte, gruppo di opere
  • 1989 – Cuba, III Biennale di La Habana
  • 1990 – Città del Messico, Centro Internacional de Arte Contemporaneo, Los privilegios de la vista, omaggio a Octavio Paz
  • 1991 – Gand, Lineart, Stand Galleria Fumagalli Bergamo
  • 1992 – Firenze, Palazzo Strozzi “La Strozzina”, Perù, ieri e oggi
  • 1993 – Milano, Galleria Lorenzelli, Una bandiera per Twingo
  • 1994 – Milano, Galleria Credito Valtellinese, Coll. priv. Artisti degli ultimi anni nelle collezioni private milanesi
    1994 – Brescia, Palazzo Martinengo, Big and Great
    1994 – Saronno, Il Chiostro arte contemporanea, Azzurro
  • 1995 – Milano, Galleria Credito Valtellinese, Anni ’90. Arte a Milano
  • 1996 – Milano, Triennale di Milano, Premio L’automobile più bella del mondo
  • 1997 – Milano, MazzoleniSambonetArte, Antico e Moderno
    1997 – Rovato (Brescia), Convento dell’Annunziata, Geometrie dell’Universo
    1997 – Milano, Palazzo della Triennale, Sculture in movimento
  • 1999 – Lisbona, Edificio – sede de Caixa Geral de Depòsitos, Das vanguardas ao fim do milénio, mostra organizzata dal Museo de Arte Moderno de Buenos Aires
  • 2000 – Lima, Galeria Instituto Cultural Peruano Norteamericano Miraflores, Tensiones generacionales
  • 2001 – Saronno, Il Chiostro arte contemporanea, Jorge Eielson – Michele Mulas: il dialogo infinito
    2001 – Bologna, Artefiera, Stand Galleria d’Arte Niccoli
  • 2003 – Milano – Miart – Fiera Internazionale Arte moderna e contemporanea, stand Il Chiostro arte contemporanea

Musei e Collezioni

  • MoMA, The Museum of Modern Art, New York, USA
  • Jack S. Blanton Museum of Art, The University of Texas at Austin, USA
  • Collezione Nelson A. Rockefeller, New York, USA
  • Designmuseo – Finnish Museum of Art and Design, Helsinki, Finlandia
  • National Trust for Historical Preservation, Washington, USA
  • IAC, Istituto d’Arte Contemporanea, Lima, Perù
  • Galleria Credito Valtellinese, Milano
  • Collezione Gori, Fattoria di Celle, Santomato, Pistoi
  • Collezione Regina A. de Aprijaskis, Lima
  • Collezione Javier Sologuren, Lima
  • Collezione Federico Schwab, Lima
  • Collezione Bernar Venet, New York
  • Collezione Claude Azbillot, Parigi
  • Collezione Grati Baroni, Parigi
  • Collezione David de Rotschild, Parigi
  • Collezione Giorgio Costa, Genova
  • Collezione Diego Della Valle, Milano
  • Collezione Christian Marinotti, Milano
  • Collezione Joaquin Roca-Rey, Roma

Bibliografia

OBRAS POÉTICAS

  • Reinos, Lima, ed. de la revista Historia, 1945; 2a ed. La Clepsidra, Lima, 1973.
  • Canción y muerte de Rolando, La Rama Florida, Lima, 1959.
  • mutatis mutandis, La Rama Florida, Lima, 1967.
  • Poesía escrita, edición de Ricardo Silva-Santisteban, Instituto Nacional de Cultura, Lima, 1976.
  • Poesía escrita, 2a ed. corregida y aumentada, Vuelta, México, 1989.
  • Noche oscura del cuerpo, Jaime Campodónico Ed., Lima, 1989.
  • Antología, edición de Rafael Vargas, Fondo de Cultura Económica, Lima, 1996.
  • Nudos, en Difusión / For Diffusion, n. 3 (edición bilingüe), ilustración del autor, traducción de William Rowe, bibliografía de Claudio Canaparo y Luis Rebaza-Soraluz, Centre for Latin American Cultural Studies, Londres, 1997. También en Prometeo (Medellín), 50, 1998.
  • Poesía escrita, edición de M. Canfield, Norma, Bogotá, 1998.
  • Sin título, Pre-Textos, Valencia, 2000.
  • Celebración, Jaime Campodónico, Lima, 2001.
  • Canto visibile, edición bilingüe, versiones del autor y de M. Canfield, ilustraciones de Michele Mulas, Gli Ori, Pistoia, 2002.
  • Nudos, Colección \”Péñola blanca\”, Fundación César Manrique, Lanzarote, 2002.
  • La vida es una obra maestra, Ave del paraíso, Madrid, 2003.
  • Arte poética (antología), ed. de Luis Rebaza Soraluz, Fondo Editorial de la Pontificia Universidad Católica, Lima, 2005.
  • Del absoluto amor y otros poemas sin título (Milán 2001-2004), Pre-Textos, Valencia, 2005.
  • De materia verbalis, con ilustraciones de Michele Mulas, Aldus/Eldorado, México, 2005 (antología de Reinos a Sin título).
  • Habitación en Roma, ed. de Martha Canfield, Lustra, Lima, 2008.
  • Ptyx, ed. de Renato Sandoval, Lustra, Lima, 2008.
  • Poeta en Roma, ed. de Martha Canfield, Visor, Madrid, 2009 (contiene los diez poemarios escritos en Roma entre 1952 y 1965 y una entrevista al autor).
  • Habitación en Roma, ed. de Sergio José Rodríguez Téllez, Quimera ediciones, Colección «Bitácoras», México, 2009.

OBRAS EN PROSA

  • El cuerpo de Giulia-no (novela), Joaquín Mortiz, México, 1971.
  • Escultura precolombina de cuarzo (con José Darío Márquez Pecchio), Ernesto Armitano Editor, Caracas, 1985.
  • La trasvanguardia o el talón de Aquiles (conversazione con Achille Bonito Oliva), in “Oiga”, n. 418, 1989.
  • La pittura di Michele Mulas, catalogo mostra, Studio F22, Brescia, 1992.
  • El diálogo infinito, conversaciones con M. Canfield, Artes de México, México, 1995.
  • Primera muerte de María (novela), Fondo de Cultura Económica, México, 1988; 2a ed. de Julio Ortega, World Press, San Francisco, 2002.

TRADUCCIONES

  • Le corps de Giulia-no, trad. Bernard Lelong, Albin Michel, París, 1980.
  • Nuit obscure du corps, trad. Claude Couffon, Altaforte, París, 1983.
  • Poesia scritta, ed. y trad. M. Canfield, Le Lettere, Firenze, 1993; 2a ed. corregida, 2008.
  • Ptyx, trad. en finlandés de Renato Sandoval e Irma Siltanen, en Opuscula Instituti Ibero-americani (Helsinki), n. 12, Universitatis Helsingiensis, 1994.
  • Di stanza a Roma, ed. y trad. de M. Canfield, Ponte Sisto, Roma, 2007.

CATÁLOGOS Y TEXTOS CRÍTICOS

  • BOATTO Alberto, Jorge Eielson: Nodi (catálogo con un texto del artista), Galleria Internazionale d\’Arte Contemporanea, Milano, 1991.
  • — Jorge Eielson o la ricerca totale, en La scala infinita, Lorenzelli Arte, Milano, 1998.
  • CANFIELD Martha L., «Il viaggio nel corpo come simbolo della trascendenza. La poesia archetipale di J. E. Eielson», en Klaros, V-2, Firenze, 1992, pp. 234-261.
  • — «Labirinti e nodi nell\’opera di Jorge Eduardo Eielson», en Le arti figurative nelle letterature iberiche e iberoamericane, Actas del XIX Congreso AISPI (Associazione Ispanisti Italiani), Unipress, Padova, 2001, pp. 383-395.
  • — (ed.), Nudos y asedios críticos, Iberoamericana, Madrid, 2002.
  • — «Jorge Eduardo Eielson, l\’uomo che annodava le stelle alle parole», en Collettivo R – Atahualpa (Firenze), y versiones de poemas escogidos, n. 1-3 (nueva serie), enero-diciembre 2006, pp. 33-39.
  • — «Viaggi compiuti e sognati da Jorge Eduardo Eielson», en Icaro, Periodico di arte e cultura – Supplemento a Infonòpoli (Genova), Año 6, n. 4, junio 2007, pp. 38-39.
  • — «Jorge Eduardo Eielson: el hombre que anudaba estrellas y palabras», [nota biográfica puesta al día]. Sigue: «Jorge Eduardo Eielson: poemas últimos e inéditos», in Hispamérica (University of Maryland), año XXXVI, n. 108, 2007, pp. 53-73.
  • — (ed.), Jorge Eielson: arte come nodo/nodo come dono (catálogo en italiano, español e inglés, con artículos de M. Vargas Llosa, F. de Szyszlo, A. Tagliaferri, L. Boi, C. Runcie Tanaka, y una entrevista de A. Aimi), Gli Ori, Prato, 2008.
  • FERNÁNDEZ COZMAN Camilo, Las huellas del aura. La poética de J.E. Eielson, Berkeley Latinoamericana, Lima, 1996.
  • HIGGINS James, «Poetry pure and impure», en A history of Peruvian literature, Francis Cairns, Liverpool, 1987, pp. 246-252.
  • — «Crisis de la poesía pura», en Hitos de la poesía peruana, C. Milla Batres, Lima, 1993, pp. 87-99.
  • PADILLA José Ignacio (ed.), Nu/do. Homenaje a J. E. Eielson, Pontificia Universidad Católica del Perú, Lima, 2002.
  • RAMÍREZ FRANCO Sergio, A favor de la esfinge: una aproximación a la novelística de Jorge Eduardo Eielson, Fondo Editorial de la Universidad de San Marcos, Lima, 2001.
  • REBAZA-SORALUZ Luis, «Conciencia, técnica y arte peruano contemporáneo: poética, estudio y \”rescate\” del legado precolombino», in Difusión/For diffusion, n. 1, Centre for Latin American Cultural Studies, King\’s College, Londres,1997.
  • — Nudos y otros fragmentos del universo. Obra visual (plástica y literaria) de Jorge Eduardo Eielson, en CD-ROM homónimo, King\’s College, London, 1997.
  • ROWE William, «Jorge Eduardo Eielson: The Boundaries of the Poem», en Poets of Contemporary Latin America: History and the Inner Life, Oxford University Press, Oxford, 2000, pp. 198-223.
  • TAGLIAFERRI Aldo, «La torsione del significante nell\’opera di Jorge Eielson», en Jorge Eduardo Eielson: il linguaggio magico dei nodi, Galleria del Credito Valtellinese, Mazzotta, Milano, 1993, pp. 13-15.
  • — «La sonrisa melancólica del clown artista», en Jorge Eduardo Eielson: el deleite inmóvil, Ayuntamiento de Sevilla/Area de cultura, Sevilla, 2005, pp. 25-39.
  • VERNER Lorraine y BOI Luciano, The magic world of knots. Bridging the gap between arts, mathematics and nature in the visionary work of Jorge Eielson, Brill-Academic Publishers, Leiden, 2002.

NÚMEROS ESPECIALES Y MONOGRÁFICOS DE REVISTAS

  • Dossier Eielson, en Infame Turba, n. 3-4, Puebla (México), 1987.
  • Jorge Eduardo Eielson, en Revista, supplemento culturale di El Peruano, n. 4/VIII, Lima, 1993.
  • Eielson, en RevistAtlantica de poesía, n. 9, Cádiz (España), 1995.
  • Jorge Eielson, en La casa de cartón de OXY, n° 6, Lima, 1995.
  • Homenaje a Eielson, coordinado por Carlos Estela y José Ignacio Padilla, en more ferarum, n° 5-6, Lima, 2000.
  • «Testamento en Milán. Último diálogo con Jorge Eduardo Eielson», en Libros & Artes. Revista de cultura de la Biblioteca Nacional del Perú (Lima), Año IX, n. 38-39, febrero 2010, pp. 1-8 (dossier).

PÁGINAS WEB

Olivia Eielson

\"OliviaSorella di Jorge da parte di padre, Olivia Eielson nasce a Minneapolis, Minnesota, dove il padre dei due si è trasferito dal Perù, e cresce all\’oscuro dell\’esistenza della prima famiglia di Oliver Eielson: conoscerà il fratello solamente in età adulta.

Attratta come Jorge sia dalla letteratura che dalle arti plastiche, Olivia Eielson si laurea in Letteratura Inglese presso il Radcliff College (Harvard), ma affianca al lavoro letterario lo studio della pittura: prima con Morton Sacks presso il Boston Museum School, poi a Salisburgo, Austria, presso la Schule des Sehens di Oskar Kokoschka. In breve dipingere diviene il suo primo impegno e la sua più grande passione: Olivia Eielson abbandona la carriera accademica e diviene artista poliedrica e innovatrice.

Sue opere sono parte di diverse collezioni private statunitensi, europee e asiatiche; ha esposto in mostre collettive e personali, ed è stata, ed è tutt\’ora, giurato in importanti premi artistici a livello internazionale. Ha pubblicato, insieme a Marsha Hudson e Bridget Connelly, il volume The Berkeley Literary Women\’s Revolution.(Jefferson, McFarland, 2005), sulla Seconda Ondata Femminista nel mondo accademico.

Il suo più recente ciclo pittorico, After Piranes/After Us, si ispira all\’opera dell\’artista settecentesco Giovanbattista Piranesi per arrivare a costituire un\’intensa e originalissima riflessione sul fascino oscuro della postmodernità.

Olivia Eielson

Olivia Eielson

Sorella di Jorge da parte di padre, Olivia Eielson nasce a Minneapolis, Minnesota, dove il padre dei due si è trasferito dal Perù, e cresce all’oscuro dell’esistenza della prima famiglia di Oliver Eielson: conoscerà il fratello solamente in età adulta.

Attratta come Jorge sia dalla letteratura che dalle arti plastiche, Olivia Eielson si laurea in Letteratura Inglese presso il Radcliff College (Harvard), ma affianca al lavoro letterario lo studio della pittura: prima con Morton Sacks presso il Boston Museum School, poi a Salisburgo, Austria, presso la Schule des Sehens di Oskar Kokoschka. In breve dipingere diviene il suo primo impegno e la sua più grande passione: Olivia Eielson abbandona la carriera accademica e diviene artista poliedrica e innovatrice.

Sue opere sono parte di diverse collezioni private statunitensi, europee e asiatiche; ha esposto in mostre collettive e personali, ed è stata, ed è tutt’ora, giurato in importanti premi artistici a livello internazionale. Ha pubblicato, insieme a Marsha Hudson e Bridget Connelly, il volume The Berkeley Literary Women\’s Revolution.(Jefferson, McFarland, 2005), sulla Seconda Ondata Femminista nel mondo accademico.

Il suo più recente ciclo pittorico, After Piranes/After Us, si ispira all’opera dell’artista settecentesco Giovanbattista Piranesi per arrivare a costituire un’intensa e originalissima riflessione sul fascino oscuro della postmodernità.

Organizzazione

Consiglio Direttivo e Comitato Scientifico del Centro

Il Centro Studi Jorge Eielson nasce a Firenze nel luglio 2007 e si costruisce intorno alla figura di Jorge Eielson, tra le più importanti del panorama latinoamericano del Novecento.

Presidente del Centro Studi è Martha Canfield, professore ordinario di Lingua e Letteratura Ispanoamericana all\’Università di Firenze, studiosa e amica del Maestro e sua erede universale.

Il Comitato Scientifico è diretto dallo scrittore peruviano Mario Vargas Llosa e costituito da riconosciute personalità internazionali del mondo dell\’arte e dell\’ispanismo.

 

CONSIGLIO DIRETTIVO

PRESIDENTE ONORARIO: Olivia Eielson
PRESIDENTE: Martha Canfield
VICEPRESIDENTI: Antonella Ciabatti e Aldo Tagliaferri

CONSIGLIERI:
Antonio Aimi
Luciano Boi
Bruno Coppola
Ivano Malcotti

TESORIERA: Laura Del Conte
SEGRETARIO: Andrea Spadola

 

COMITATO SCIENTIFICO

DIRETTORE: Mario Vargas Llosa

MEMBRI:
Fernando de Szyszlo (artista)
Antonio Aimi (Prof. Università degli Studi di Milano)
Gaetano Chiappini (Prof. Università degli Studi di Firenze) †
Irma Arestizábal (Segretario Culturale IILA – Istituto Italo-Latino Americano) †
Luciano Boi (Prof. École des Hautes Études, Parigi)
Paolo Fabrizio Iacuzzi (scrittore)
Antonio Melis (Prof. Università degli Studi di Siena)
Álvaro Mutis (scrittore) †
José Miguel Oviedo (Prof. University of Pennsylvania, Philadelphia)
Luis Rebaza Soraluz (Prof. King\’s College, Londra)
William Rowe (Prof. University of London, Londra)
Fanny Rubio (Direttore dell\’Istituto Cervantes di Roma)
Márgara Russotto (Prof. University of Massachusetts, Amherst)
Lorraine Verner (Prof. Université de Quebec)
Cintio Vitier (scrittore) †
Fina Garcia Marruz (scrittrice)

Corsi e Formazione

Il Centro Studi Jorge Eielson indaga nella realtà multilinguistica e multiculturale dell\’America Latina attraverso una serie di Corsi e Seminari per offrire una visione completa e differenziata del mondo latinoamericano.

Grazie alla collaborazione di riconosciute personalità del mondo dell\’arte e della cultura, il Centro promuove una ricca proposta formativa nel campo delle lingue e della letteratura latinoamericana, della traduzione, della scrittura creativa, dell’arte contemporanea e del teatro, con l’obiettivo di creare nuove espressioni artistiche che alimentino pubblicazioni, ricerca ed eventi culturali.


Destinatari:

I partecipanti sono selezionati da una commissione costituita da membri del Consiglio Direttivo del Centro, professori ed esperti del mondo editoriale o del mondo dell’arte e della cultura contemporanea.

I Corsi e i Seminari sono attivati con un numero minimo di 5 partecipanti, fino ad un massimo di 15 studenti per corso.

Docenti:

Ai Corsi e ai Seminari collaborano:

  • il mondo accademico, con il suo apporto teorico, attraverso le lezioni di docenti universitari e le conferenze di studiosi e teorici della traduzione e della letteratura o dell’arte e del teatro;
  • i protagonisti del mondo della cultura e della letteratura contemporanea; dell’arte e del teatro contemporaneo, grazie a laboratori guidati da traduttori o da artisti di esperienza e la partecipazione di professionisti;
  • i membri del Centro, tra cui il direttore del Comitato Scientifico, lo scrittore peruviano Mario Vargas Llosa, premio Nobel per la letteratura del 2010.

 

RICERCA

Il Centro Eielson dispone di un patrimonio di grande valore che comprende le opere letterarie e artistiche di Jorge Eielson e dell’amico e collaboratore Michele Mulas.

Nella Sala Jorge Eielson, presso la Biblioteca Umanistica dell’Università degli Studi di Firenze è riunito il patrimonio librario dell’autore, materiale ricchissimo in parte ancora inedito, predisposto alla catalogazione e alla ricerca scientifica da parte di studiosi italiani e stranieri. In questa Sala verranno realizzati alcuni importanti progetti di ricerca:

Raccolta, conservazione e diffusione del patrimonio letterario. In collaborazione con vari membri del corpo accademico fiorentino, nazionale ed internazionale (coordinati dalla prof.ssa Martha Canfield)

  • Raccogliere, catalogare, studiare, tradurre e pubblicare l’opera letteraria di Jorge Eielson:
  • opera poetica, narrativa, teatrale
  • inediti
  • epistolari
  • interviste su carta stampata
  • interviste audio
  • Digitalizzare le registrazioni su nastro (monologhi, conversazioni telefoniche, letture, improvvisazioni).
  • Raccogliere e catalogare la biblioteca di Jorge Eielson e predisporla per l’analisi e lo studio da parte dei ricercatori italiani e stranieri.

Nell’ambito artistico, attraverso le iniziative culturali del Centro verranno realizzate nuove ricerche sull’opera di Jorge Eielson e di Michele Mulas, con i seguenti obiettivi:

Raccolta, conservazione e diffusione del patrimonio artistico. In collaborazione con vari membri del corpo accademico fiorentino, nazionale ed internazionale (coordinati dal Prof. Aldo Tagliaferri e dal Prof. Antonio Aimi)

  • Catalogare, fotografare e studiare l’opera pittorico-scultorea di Jorge Eielson.
  • Catalogare, fotografare e studiare l’opera pittorica di Michele Mulas.
  • Catalogare, fotografare e studiare le tre collezioni private di Jorge Eielson, comprendenti oggetti di arte africana, arte precolombiana e giocattoli antichi.

In collaborazione con Enti e Istituzioni, il Centro Eielson è aperto a collaborazioni per progetti di ricerca a livello locale e internazionale, con la finalità di diffondere una conoscenza ampia e differenziata del mondo latinoamericano.

Il Centro si sta attivando per avviare una serie di scambi e borse di studio con prestigiose università europee e non, grazie alla collaborazione con i prof. Luciano Boi (Paris), Márgara Russotto (Massachussets), William Rowe (London), Rojas Mix (CEXECI, España), Carmen Boullosa (New York).