È morto Gabriel García Márquez

E ora l’America Latina è ancora un po’ più sola

gabriel_garcia_marquez

Il 17 aprile 2014 si è spento a Città del Messico Gabo, lo scrittore Gabriel Garcia Marquez.
Era nato il 6 marzo del 1927 a Aracataca in Colombia.
Nel 1982 fu insignito del premio Nobel per la letteratura.

Con lui ci lascia un genio della letteratura latino americana.

Vogliamo ricordarlo con alcune parole che pronunciò in La solitudine dell’America Latina, il suo memorabile discorso di accettazione del Nobel.
«Noi inventori di favole, che crediamo a tutto, ci sentiamo in diritto di credere che non è ancora troppo tardi per intraprendere la creazione» di «una nuova e devastante utopia della vita, dove nessuno possa decidere per gli altri addirittura il modo in cui morire, dove davvero sia certo l’amore e sia possibile la felicità, e dove le stirpi condannate a cento anni di solitudine abbiano finalmente e per sempre una seconda opportunità sulla terra».

La repubblica

Corriere della sera

La stampa

El país

La soledad de América Latina

La solitudine dell’America Latina