IL PINOCCHIO RUSSO

La Biblioteca Umanistica dell’Ateneo di Firenze ospita dal 7 fino al 20 dicembre 2011
la mostra Pinocchio russo
in collaborazione con la Biblioteca “Rudomino” di Mosca

mostra pinocchio

La Biblioteca Umanistica dell’Ateneo ospita da oggi fino al 20 dicembre una singolare mostra che mette a confronto le illustrazioni di artisti italiani del Pinocchio di Carlo Collodi con le immagini realizzate da pittori russi del XX secolo per le varie edizioni del libro “La piccola chiave d’oro o Le avventure di Burattino” di Aleksej Nikolaevič Tolstoj.

L’autore russo scrisse il testo nel 1936 rielaborando il capolavoro dello scrittore toscano. Da allora il libro ha avuto più di 200 edizioni e quasi ognuna è apparsa con le proprie illustrazioni.

L’esposizione “Pinocchio russo” mostra la storia artistica di Burattino-Pinocchio e affianca le illustrazioni con l’esposizione dell’edizione in russo posseduta dalla Biblioteca Umanistica dell’Università di Firenze e con alcuni esemplari delle edizioni italiane del Pinocchio di Collodi, provenienti dall’Ateneo e dal Fondo Eielson del Centro Studi Jorge Eielson, presente presso la stessa Biblioteca Umanistica.

La mostra, che si situa all’interno delle celebrazioni volute nel 2011 per onorare l’anno della cultura russa in Italia e della cultura italiana in Russia,

è aperta dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle 19
(chiuso venerdì 9 dicembre)
nella facoltà di Lettere e Filosofia

(Piazza Brunelleschi, 4 – Salone della Biblioteca – piano terra)


L’esposizione si avvale della collaborazione della Biblioteca statale di Letteratura Straniera M.I. Rudomino di Mosca, da cui provengono le copie delle immagini esposte, ed ha il patrocinio dell’Associazione Italiana degli Slavisti e della Fondazione Romualdo del Bianco.